UNO SPETTACOLO DI E CON

SARA GAGLIARDUCCI

IL CLOWN ANIMA IL SILENZIO

ANIMA IL MOMENTO CHE CONDIVIDE INSIEME A TE

RESPIRA E IN QUEL RESPIRO PRENDE VITA UN RACCONTO

SENZA CHE NESSUNO LO DICA

ALi

uno spettacolo comicopoetico senza parole

una storia d’amore e… immondizia

Mimì è una buffa barbona che attende la felicità nascosta nella promessa di un nuovo incontro. Succederà?


Ali è un volo clownesco nel quale Mimì prende la tua mano e insieme ve ne andate dove i sogni sono più forti della realtà. Ali è una scena di cartone e rifiuti nella quale Mimì gioca con gli spettatori per scambiarsi briciole di umanità. In un’altalena assurda tra repulsione e tenerezza, questa pagliaccia – barbona cerca il tuo sguardo per chiederti: cos’è l’amore?


Il linguaggio universale del clown, l’improvvisazione, la capacità di dialogare con spazi e contesti diversi sono la forza di Ali.
Uno spettacolo che è un pasticcio di emozioni e risate per un clown in bilico tra la tradizione e il sentire contemporaneo, sempre a caccia dell’invisibile.


Chiunque lo desidera può vedere Mimì che si dedicherà a chi è presente impegnandosi a calibrare ritmi, narrazione e gag per un intervento su misura


Disponibile nelle versioni all’aperto e al chiuso, per teatri e spazi non convenzionali

Promo

DOSSIER

Mimì usa oggetti e materiali esclusivamente di recupero

Tutte le proposte sono pensate o riadattate per divertirsi e partecipare in sicurezza

Un clown è un fiume che scorre tra due rive. Se oggi lo scrivo è perché ne ho vista una raccontare una storia che mi ha lasciata tutto il tempo nel centro fra una lacrima e una risata e, ancora meglio e ancora di più, nel mezzo della vita, in una terra fertile e un pò profonda che sta fra la sponda del visibile e quella dell’invisibile.
Il clown non parla, anima il silenzio, anima il momento che condivide insieme a te. Respira e in quel respiro prende vita un racconto senza che nessuno lo dica. Ali, così si chiama lo spettacolo che questa clown coraggiosa ha portato a teatro e, in questo suo spettacolo, ho visto l’invisibile spargersi sopra e vestire il visibile fino a farlo volare...

Galleria fotografica

Crediti Fotografici: Marco Salustro, Francesco Paolucci, Associazione Nuova Carini, Massimo Zanconi, Simona Iovane, Silvia Fontana, Nino Cannatà, Salvo Messina, Laura Lerario, Ballarò Buskers Festival, Alessandra Onesti

    saragagliarducci@gmail.com

    +39 3477153465

    saragagliarducci@gmail.com

    +39 3477153465

    Copyright © 2021 Sara Gagliarducci. Tutti i diritti riservati.

    Made with  by Gaetano Lettera